Hai finito di allattare e non ti riconosci più? Hai qualche chilo di troppo e ti senti in generale piuttosto stanca e poco energica? Ti guardi nello specchio e continui a ripeterti che vorresti rimetterti in forma. Perdere qualche chilo e sentirti più tonica. Ma poi pensi anche che non hai tempo! Sei già troppo impegnata tra lavoro e famiglia. E poi hai già provato mille volte a metterti a dieta. E non funziona.

Ma anche se sei un papà alle prese con una famiglia che cresce, responsabilità in aumento e tanto stress a cui far fronte giornalmente, può essere che per solidarietà abbia messo su qualche chilo di troppo anche tu!

Quando arrivano le sei di sera sei affamata e stanca e non riesci a resistere al pacchetto di cracker. O al bicchiere di vino. Ma poi dai….almeno mi tiro un po’ su.

Ci sono passata anche io. Dopo due gravidanze ravvicinate. Più o meno tre anni ininterrotti di allattamento. E poi due bimbi piccoli in casa da curare. E il lavoro. Di rimettermi in forma non se ne parlava. Ci provavo. Ma non mi riusciva proprio. Cominciavo a seguire una dieta, anche fatta da un nutrizionista. Ma poi mi assaliva una fame incredibile nei momenti di stress. Intorno alle sei di sera. Con i bambini stanchi e nervosi. E io in difficoltà a gestire tutto.

Ma se hai bisogno di una mano, ho elaborato un percorso per ritornare in forma che si basa sulle scoperte più recenti nell’ambito della psicologia dell’alimentazione. Se ti interessa, continua a leggere e capirai come potrai ritornare ad essere contenta e soddisfatta nella relazione con il tuo corpo.

Epidemia del sovrappeso

Negli ultimi 50 anni è cambiato qualcosa nel modo in cui il nostro corpo e il nostro cervello reagiscono al cibo; come specie dunque stiamo diventando più grassi. I dati statistici sono davvero preoccupanti: all’incirca due miliardi di persone al mondo sono sovrappeso e 600 milioni tra questi sono obesi.

Ma c’è un dato statistico ancora più impressionante: tra le persone sovrappeso che cercano di perdere peso il 99% non ci riesce.  Eppure spendono molti soldi per farlo, e riprovano 4 o 5 volte in un anno senza successo. Ma come è possibile?

In realtà la soluzione non è nel fare più esercizio o nel provare a mettersi a dieta. La soluzione è nel comprendere quali meccanismi del cervello non ci permettono di perdere peso. Non è una questione di debolezza o di mancanza di forza di volontà.

E se hai una famiglia…è ancora più difficile!

Il fatto è che uno dei fattori che incide sul sovrappeso è il risultato di un cervello che viene letteralmente sabotato dal cibo che mangiamo nel mondo di oggi.

Allora ho messo a punto alcuni aspetti fondamentali e semplici che agiscono fa confini. Confini chiari e definiti che non si possono oltrepassare. E che funzionano perché sono in linea con il funzionamento del cervello.

Basandomi su alcuni aspetti fondamentali della psicologia dell’alimentazione ti aiuterò a capire in che modo il cervello può mettersi di mezzo per non farti perdere peso. Quali sono le basi scientifiche che ci permettono di capire cosa accade nel cervello che  non consentono di perdere peso.

Soprattutto quando si ha una famiglia e dei bambini a cui prestare cura e attenzione, il nostro cervello è più facilmente preda di un sabotatore interiore. Che ci spinge a concederci qualcosa di più. A mangiare senza consapevolezza e quindi ad aumentare di peso.

Perché una semplice dieta non funziona?

Se anche tu come me hai provato svariate diete, ti sarai accorta che pur con tutta la tua buona volontà, diventa complicatissimo avere risultati positivi.

Infatti le diete e i programmi dietetici che ti spiegano solo cosa mangiare o non mangiare o che ti dicono che devi fare esercizio sono destinati ad essere inefficaci. Senza includere l’aspetto psicologico, che ti spiega come superare i crolli della tua forza di volontà, sarai sempre soggetto all’opera del tuo sabotatore interiore.

Quello di cui hai bisogno è un programma che funzioni ugualmente, che dia per scontato che tu non abbia forza di volontà perché in ogni momento potrebbe accadere che tu effettivamente  non l’abbia. Soprattutto se la tua mente è occupata tutto il giorno dall’organizzazione della vita impegnata di tutta la tua famiglia. E dei tuoi bambini in particolare. Quando il cervello consuma buona parte della sua energia a prendere decisioni efficaci per portare avanti la giornata impegnativa dei tuoi figli, è più difficile che rimanga spazio per scelte sagge nell’area dell’alimentazione.

Scelte alimentari sbagliate

Le limitazioni imposte dal modo in cui funziona la forza di volontà a livello cerebrale, insieme agli elementi stressanti e al ritmo della nostra vita moderna ci rendono vulnerabili e a rischio di scelte alimentari sbagliate.

Queste scelte alimentari sbagliate creano un effetto a catena nel nostro cervello e ci portano ad avere alcuni effetti devastanti.

FAME INSAZIABILE: accompagnata dal bisogno di essere sedentari. Mangiare davanti alla tv, al computer. Mangiare in modo continuo. Una fame che è impossibile da saziare anche quando si mangia. Questa fame incontrollabile è causata da un meccanismo di feedback al cervello che non è più funzionale. Il meccanismo della compensazione delle calorie non funziona più e non riesce a regolare il fabbisogno di calorie.

Un percorso per ritornare in forma

Nell’ambito del mio continuo interesse per la psicologia del benessere famigliare, ho predisposto un percorso che può aiutare mamme e papà che vorrebbero rimettersi in forma e recuperare le energie perse. Di cui con una famiglia e bambini in casa si ha assolutamente bisogno.

Il percorso include un primo incontro in cui creeremo insieme una fotografia della tua situazione attuale mettendo in luce le aree su cui possiamo concentrarci per innescare un cambiamento e un circolo virtuoso che ti aiuteranno a rimetterti in forma.

Parleremo di come funziona il cervello e per quale motivo quando si ha una famiglia il meccanismo del sabotatore interiore funziona in modo ancora più attivo.

Delineeremo insieme alcune linee e confini chiari e stabili. E ti aiuterò a capire come mantenerti all’interno di questi confini per rimetterti in forma. Niente di complicato. Anzi, aggireremo le strategie che il tuo cervello utilizza per farti prendere scelte alimentari sbagliate.

Faremo un reset completo dei tuoi recettori di dopamina nel cervello. E comincerai ad apprezzare cibo sano, nutriente e rivitalizzante.

Avrai a disposizione il mio aiuto con messaggi e meditazioni motivazionali per 21 giorni. La possibilità di entrare in contatto con me ogni volta che rischi di agire senza consapevolezza e ricorrere al cibo per risolvere una situazione stressante.

Al termine dei 21 giorni ci troveremo per una sessione finale in cui capiremo come procedere e mantenere i risultati conquistati.

Se hai deciso che è ora di rimetterti in forma e recuperare l’energia che avevi prima dei figli, chiamami subito. Fisseremo la data del nostro primo incontro e nel giro di poche settimane comincerai a sentire nuovamente una vitalità e un’energia che ti aiuteranno anche nella gestione della vita famigliare.

Prenota subito la tua prima sessione cliccando qui!