genitori e figli

5 strategie educative positive che puoi usare nel 2022

Per questo mese di gennaio ho deciso di parlarti di 5 strategie educative che puoi usare in questo nuovo anno per trasformare la tua relazione con tuo figlio. E migliorare il vostro modo di stare insieme, la vostra comunicazione e il senso di serenità in famiglia.

Tieni d’occhio il sito nei prossimi 4 mercoledì perchè oggi ti parlerò della prima strategia, ovvero l’importanza di comprendere le motivazioni profonde alla base dei comportamenti di tuo figlio. Nelle prossime settimane analizzeremo in dettaglio le restanti quattro strategie positive!

Quante volte ti ritrovi a urlare e poi ti senti in colpa?

E’ il momento che conoscono tutti i genitori, quello che io chiamo la zona rossa delle emozioni. Quell’attimo in cui dalla calma serena e pacifica si passa ad urla, rabbia e emozioni difficili in famiglia. Un attimo prima preparavi la cena tranquilla e i bambini stavano giocando insieme e divertendosi quando all’improvviso cominciano a urlare e litigare.
E il tuo intervento non è proprio da manuale. Per insegnare ai tuoi figli a non urlare, ti ritrovi tu paonazza in faccia a gridare: “Smettetela, subito! Non vi sopporto più”.
Trac! La frittata è fatta… Capita a tutti e lo so fin troppo bene anche io. Che mi ritrovo qui ad aiutare le famiglie a trovare strategie migliori proprio perché per molto tempo l’unica strategia che avevo era ritrovarmi la sera con il mal di gola per quanto avevo urlato e la sensazione di non riuscire a dialogare con i miei figli.

Ma proprio perché ho delle competenze da mettere in gioco e un bel po’ di esperienza con due meravigliosi ed energici figli maschi, ho provato a pensare a strategie e idee diverse che mi aiutassero a crescere i miei figli senza dover passare le giornate ad urlare. E per molti versi i risultati sono stati sorprendenti: non che qualche volta non perda ancora la pazienza, come tutti sono umana anche io!

Sono qui per condividere alcune di queste strategie positive che ti aiuteranno a vedere i comportamenti negativi di tuo figlio in una prospettiva completamente diversa.

1. comprendere le motivazioni profonde dei comportamenti negativi

C’è sempre una motivazione profonda dietro ai comportamenti negativi o difficili dei bambini. Spesso è una richiesta di maggiore attenzione da parte di mamma o papà, o la frustrazione vissuta per non riuscire a gestire emozioni difficili e intense o il desiderio di ingaggiare in una vera e propria prova di forza per sentire di esercitare un po’ di controllo sulla realtà circostante. Il problema è che la maggior parte delle volte tuo figlio non ha gli strumenti per comprendere cosa ci sia alla base di quel comportamento. E non riuscendo ad esprimere il bisogno sottostante, gli riesce più facile fare qualcosa che ci fa saltare i nervi e che gli assicura nel contempo la nostra attenzione. Anche se negativa!

Cerca quindi di investigare con attenzione il suo comportamento difficile per cercare di comprendere che cosa lo spinga in quella direzione. Ha bisogno di più momenti in cui gode della tua attenzione indivisa? Ha bisogno di sentirsi più autonomo?

Comprendere la motivazione alla base dei comportamenti negativi o difficili ti permette di pensare a modalità più proattive per evitarli e soprattutto ti consentirà di prevenire questi momenti di grande frustrazione per te e per tuo figlio.

Una lite proprio mentre chiacchieri con un’amica

Immagina di essere a casa con i bambini in attesa dell’arrivo di un’amica in crisi con il marito che ha tanto bisogno di parlare con te. Non appena ti metti a parlare i tuoi figli cominciano a litigare. Cerchi in qualche modo di intervenire, ma la cosa non funziona e ovviamente la tua conversazione con l’amica non può che saltare, mentre cerchi di mandare occhiate di minacce in direzione dei tuoi figli. Provi anche a spostarti di stanza in stanza per sfuggire all’ultimo match del campionato mondiale di boxe che si sta svolgendo sotto il tuo tetto. E tra i tuoi adorabili figli! Alla fine, ti arrendi, ti scusi con l’amica e termini la conversazione cercando in qualche modo di porre fine alla lotta nel fango.

E’ chiaro che  questo litigio furibondo, iniziato nell’attimo in cui hai cominciato a parlare con l’amica, ha come unico obiettivo di attirare la tua attenzione e farti saltare i nervi. E a chi non salterebbero? Un modo semplicemente funzionale per attirare la tua attenzione in modo negativo. Bene, ora che hai fatto quest’esperienza puoi senz’altro utilizzarla per prepararti a simili eventi che potranno accadere in futuro. Hai presente quella riunione su zoom con il tuo capo mentre i bambini si scannano nella stanza di fianco?

E allora come fare?

Venti minuti prima della tua chiamata importante o dell’appuntamento con l’amica comincia preparando i tuoi bambini all’appuntamento in arrivo. “Ragazzi, tra 20 minuti la mamma deve fare una telefonata importante. Ma prima della telefonata mi piacerebbe giocare con voi!”. Ed ecco qui parte della mia strategia per assicurarsi di poter chiacchierare o fare la propria riunione zoom con calma. Nei venti minuti che precedono la telefonata dedica ai bambini la tua attenzione totale e completa; ricordagli di tanto in tanto che di lì a poco sarai impegnata al telefono o su zoom, o con un’amica. Poi la parte più importante avviene proprio poco prima della tua telefonata. Ed è relativa agli strumenti che offri loro per poter comunicare con te anche quando sei impegnata al telefono o in una conversazione.

. Se vuoi scoprire più nel dettaglio come funzionano le strategie che consiglio ai genitori per risolvere le loro problematiche educative o se vuoi trasformarti in un genitore calmo e tranquillo, prenota una sessione di consulenza con me telefonando al numero 333.3790986 o scrivendo via mail a info@thefamilytrainer.com.

Il prossimo passo da fare?

Iscriviti alla mia newsletter per ricevere consigli e suggerimenti per creare una famiglia più serena e tranquilla e diventare il genitore che hai sempre sognato di essere.

Iscriviti al mio canale youtube e attiva le notifiche per essere sempre informato quando pubblico un nuovo video su argomenti relativi all’essere genitore per figli da 0 anni all’adolescenza!

Passaparola con altri genitori in difficoltà. In questo modo tanti genitori potranno avere la possibilità di costruire una famiglia serena in cui ogni componente possa esprimere il suo potenziale!

 

Potrebbe interessarti anche