parole che nutrono

Dì al tuo bambino parole che nutrono l’anima

Dì al tuo bambino parole che nutrono l’anima. Quante volte riesci a dire al tuo bambino parole che distendono. Le parole di cui ha bisogno per imparare ad aver fiducia in sè. E nel suo ritmo da bambino.

Cosa sono le parole che nutrono l’anima?

Sono quelle parole che si appoggiano delicatamente sull’animo del tuo bambino. Creano connessione e amore. Questo non significa che non devi porre limiti con il tuo bambino. Ma che puoi farlo con empatia. Imparerà ad usare parole che nutrono l’anima con gli amici e con le persone a cui vorranno bene.

Frasi semplici che, purtroppo, nel mondo sempre in corsa in cui viviamo, diciamo troppo poco.

“Ti aspetto”
“Fai con calma.”
“Mi rendi la giornata meravigliosa.”

Parole per il tuo bambino che si muove con calma, e prova gioia anche solo a guardarsi intorno e a notare tutte le cose meravigliose che lo circondano. Il bambino che si china e con stupore osserva una coccinella che prende il volo. Con gioia e stupore si perde in tutto ciò che c’è da osservare con grande attenzione. Quando usi le parole che calmano l’anima vedrai le sue spalle rilassarsi e i suoi occhi illuminarsi di gioia.

Parole che sfuggono al ritmo stressante della vita

Nelle mie consulenze psicoeducative con mamme e papà spesso mi viene chiesto come fare perché il bambino faccia più in fretta al mattino. Quando chiedo a che ora si sveglia e a che ora devono uscire, molto spesso mi accorgo che il tempo a sua disposizione per prepararsi è davvero brevissimo.

Posto che comprendo che al mattino si abbia tutti fretta di uscire, ritengo anche che il bambino debba avere il tempo materiale per potersi preparare senza dover correre. Come facciamo noi adulti. Sempre e comunque.

Questo vuol dire avere il tempo di svegliarsi dopo aver avuto un numero sufficiente di ore per dormire. Poter fare colazione con calma, avere il tempo per imparare a vestirsi da solo. Certo, il tempo deve essere ragionevole. Ma è comunque il tempo di un bambino e troppo spesso è pressato e stressante, come il ritmo forsennato che teniamo noi adulti.

 

Parole che insegnano che la perfezione non è di questo mondo

Siamo tutti qui per imparare. E per farlo, facciamo errori, cadiamo e poi ci rialziamo. Puntare alla perfezione fa vivere te e il tuo bambino in uno stato di ansia e di aspettativa assurdo e controproducente.

Prova a usare ogni tanto queste parole che nutrono l’anima.

“Gli errori servono per imparare”

“Non deve essere perfetto”

“Ok, se ti serve più tempo per finirlo, puoi andare avanti ancora un po’”.

Ti accorgerai dell’effetto meraviglioso sul tuo bambino concentrato a finire un disegno o a sperimentare con un materiale o con qualcosa che sta cercando di capire al meglio. Vedrai che d’improvviso si solleverà quel peso che spesso gli schiaccia il petto e comincerà a fare respiri più calmi e profondi. Mentre con attenzione si immerge totalmente in quello che sta facendo. Senza usare la mente. Ma affidandosi all’intuito, al momento, al presente.

Sono parole che accrescono il suo senso di sicurezza. La fiducia nelle sue capacità. Nella sua intuizione. E la fiducia che nel mondo si possono fare errori. E si è amati e accettati così come si è.

Parole che creano amore e connessione

Di motivi per arrabbiarsi con il tuo bambino nell’arco di una giornata ce ne saranno diecimila. La pazienza la perdi facilmente quando hai corso tutto il giorno e ti avanzano pochissime energie per affrontare cena, bagnetto e messa a letto.

Fermati un momento, respira e guardalo con attenzione. Come facevi quando era neonato e dormiva beato dopo aver ciucciato. Guarda oltre tutto quello che fa, per vedere semplicemente ciò che è.

“Ti apprezzo.”
“Ti sto ascoltando.”
“Sei importante per me.”

Queste sono parole perfette anche per il tuo partner/la tua partner. Spesso non ti accorgi di quanto impegno e quanto sforzo ci mette l’altro. Sono parole che immediatamente possono sciogliere la tensione. Creare un momento di incontro vero e profondo. Che permettono immediatamente di creare quell’intimità che permette di parlare di come è stata la giornata. Anche se complicata, insieme la si affronta meglio.

Sono parole che riconoscono le cose belle. Fanno sentire l’altro amato e apprezzato così come è. Senza dover far nulla di speciale.

Parole di guarigione profonda per te stessa

Per tutte le mamme e papà che spesso ricercano la perfezione. Pensando che sia quello l’ingrediente giusto per crescere i figli. E si gonfiano il cuore di preoccupazioni e di ansie.

“Per oggi hai fatto già tantissimo”

“Sii gentile con te stessa”

“Esiste solo adesso, il resto non conta”

Sono parole piene di speranza. Parole che guariscono ferite e accarezzano l’anima. Mentre le pronunci sentirai i pugni aprirsi e la tensione lasciare le tue mani. Saliranno lacrime in superficie. Per la fatica e la stanchezza e la solitudine di questi anni.

Mai sottostimare il potere di un semplice ti amo. Capace di nutrire e scaldare qualsiasi anima. E talvolta di resuscitarla!

 

Potrebbe interessarti anche